blog

@Gianluigi Granero

Category: Comunicazione

PERCHE’ UN BLOG?

Perché fare il cooperatore vuole dire promuovere un modello di sviluppo equo e sostenibile, provare a migliorare la realtà attraverso un’efficiente azione imprenditoriale.

Granero_profilo_1

No, non è una contraddizione in termini, ma è terribilmente complicato ed è quello che migliaia di cooperatori fanno tutti i giorni con impegno, fatica, errori, successi ed insuccessi. La sfida di tenere insieme obiettivi imprenditoriali e sociali, che è la vera diversità ed unicità della cooperazione, ha bisogno passione, di studio, di pensiero, di un continuo confronto di idee e di una costante verifica della coerenza tra valori e strumenti.  Con questo blog spero di offrire uno spazio di riflessione e di contribuire ad ampliare tutto ciò.

Uno spazio di confronto libero ed aperto che mi auguro possa incuriosire e coinvolgere sia chi conosce poco la cooperazione sia chi la vive come passione ed impegno quotidiano.

SAPERSI E VOLERSI RACCONTARE

Abbiamo l’esigenza di raccontarci, di ricordare i nostri valori e la nostra storia, di spiegare chi siamo e cosa facciamo, e possibilmente di farlo in modo efficace. Non è un “vezzo”, ma è un modo per entrare in sintonia con la società. Non è solo “questione di marketing”, ma è la nostra capacità osmotica di entrare (oppure no) in relazione con la nostra comunità (persone, imprese, territorio). Non è nemmeno una “faccenda tecnica” (anche se poi la tecnica insieme alla strategia ci vengono in aiuto) ma piuttosto un fatto identitario: il linguaggio è come il nostro abito e la nostra capacità di raccontarsi diventa un elemento fondante del nostro essere.

Questo significa non essere autoreferenziali ed essere in grado di modificare il nostro linguaggio. Un’organizzazione che non modifica il proprio modo di comunicare per entrare in relazione con la società di cui fa parte non solo è un’organizzazione che non innova (tema già di per sé rischioso in un contesto in grande e continuo cambiamento) ma significa anche non essere inclusivi. E la cooperazione per definizione è e deve essere aperta ed inclusiva.

legacoop liguria2

Una manifestazione con la cooperativa Il Cesto

Poi ovviamente ci vengono in aiuto sia la strategia che la tecnica. Ormai da qualche anno, come Legacoop Liguria  abbiamo attivato un piano strategico di comunicazione, potenziato alcuni strumenti di comunicazione (basti vedere l’aggiornamento continuo del portale web e la straordinaria attività di comunicazione che facciamo sui social), abbiamo rafforzato le relazioni con media e stakeholder del territorio, lavoriamo costantemente alla costruzione di network e nuove positive relazioni, organizziamo iniziative formative e informative su diversi temi e verso diversi “pubblici”.

Comunicare – infine – significa anche essere trasparenti, ovvero sapersi e volersi raccontare per quello che si è. Senza paura e senza nascondersi.

LE PAROLE DELLA COOPERAZIONE

In occasione della Biennale dell’Economia Cooperativa dello scorso dicembre, abbiamo invitato i partecipanti ad indicare in tre parole cosa significasse per loro “cooperazione”. Ne sono emerse 85 parole chiave diverse a significare la ricchezza interpretativa dell’esperienza personale di ciascuno nelle cooperative.

Tre sono state le parole più utilizzate: “solidarietà”, “condivisione”, “lavoro”. Si tratta di una narrazione di sé, dei propri valori e della propria diversità che all’interno di un mondo competitivo forniscono una carta d’identità precisa e inequivocabile.

#LaMiaCooperativa #WhyDolCoop #Coopcloud #CoopTag

#LaMiaCooperativa
#WhyDolCoop #Coopcloud #CoopTag

Dando una lettura più generale dell’impresa cooperativa e raggruppando le risposte fornite emerge che, la sfera attinente i valori imprenditoriali, economici e di efficienza “pesa” circa il 37% del totale, quella attinente i valori sociali dell’intraprendere cooperativo il 33% e infine con la sfera attinente la persona e la sua valorizzazione si arriva ad un altro 33%. Si tratta di dati, per quanto empirici, straordinari, a testimonianza della ricchezza percepita dell’esperienza cooperativa.

Dinamismo imprenditoriale, impegno sociale e attenzione alla persona allo stesso tempo rappresentano un messaggio che vale la pena divulgare.